News

13.05.12

SIRM - 45░ Congresso Nazionale dei Radiologi Italiani

Lunedì 4 giugno presenterà nell'ambito della sessione "Il tumore del polmone" - "Follow-up e palliazione" la relazione dal titolo:

"I trattamenti percutanei" (dalle 14:45 alle 16:15 - Aula 500)

La relazione sarà centrata sulle nuove tecniche di radiologia interventistica percutanee con radiofrequenze (RF), con microonde (MW) e con crioablazione (CRY) ed evidenzierà in particolare i risultati conseguiti negli ultimi anni presso il Centro Oncologico Regionale "Businco" di Cagliari.

 


06.12.11

97░ meeting mondiale dei radiologi a Chicago (USA)

 Il dr Pusceddu ha partecipato al 97° incontro mondiale dei radiologi che si sono riuniti a Chicago dal 25 novembre al 2 dicembre per discutere e confrontarsi sulle novità nel campo radiologico.

In occasione del meeting il dr Pusceddu ha presenteto la relazione dal titolo: "Microwave ablation of primary and metastatic lung tumors" 

I risultati dello studio sono stati considerati di grande rilievo e sono stati pubblicati su www.webmd.com ( http://www.webmd.com/lung-cancer/news/20111128/microwave-technique-may-fight-lung-tumors )

Per chi interessato può scaricarsi la presentazione qui o andare alla sezione downloads.


07.10.10

Giornata del malato tumorale

 Il 7 ottobre il dr Pusceddu ha partecipato alla "Giornata del Malato Tumorale" in collaborazione con gli "Amici della Vita" di Iglesia che ogni anno organizzano la

 "Settimana della Solidarietà".

Ci si è riuniti presso l'Archivio Storico di Iglesias e si è parlato de "I Tumori del Polmone: Nuove Frontiere"

Il Dr Pusceddu ha relazionato sulle nuove tecniche di radiologia interventistica nel trattamento del tumore del polmone (vedi PDF)

La domenica è seguita la "Passeggiata della Solidarietà" presso Iglesias-Acquaresi (passegiata di 9 Km nelle montagne di Iglesias immersi nella natura incontaminata)


16.06.09

Tumore al polmone, nuova terapia poco invasiva

 Una nuova terapia poco invasiva che limita i danni ai tessuti sani, la crioablazione, permette di curare il tumore al polmone con il freddo. ...

 

leggi l'articolo su www.universonline.it


24.04.09

Crioablazione polmonare a torace aperto, primo caso in Italia

 Crioablazione su tumore polmonare per la prima volta in Italia a Cagliari, nuove speranze per chi è stato colpito da questo orrendo male...

articolo su sardegna.blogosfere.it 

leggi su ASL 8 Cagliari


23.04.09

Tumore "congelato", il primo in Italia

 L'inervento di crioablazione a torace aperto eseguito a Cagliari.

L'operazione è stata eseguita venerdì scorso su un cagliaritano di 57 anni, affetto da un tumore al polmone....

leggi l'articolo su l'unione sarda


08.10.08

Al Businco: "Il freddo" contro il cancro ai polmoni

 Il tumore al polmone oggi può essere combattuto anche con l'utilizzo del "freddo". Un'equipe di medici dell'ospedale oncologico Businco di Cagliari è la prima in Italia ad aver utilizzato per la cura di questa patologia una tecnica che sfrutta il congelamento per distruggere le masse tumorali...(leggi tutto su Lunione sarda.it)


08.10.08

Tumore al polmone, all'oncologico Businco una nuova tecnica che usa il freddo

 Utilizzare il freddo per distruggere le masse tumorali, con un intervento poco invasivo che limita i danni ai tessuti sani. E' questo lo scopo della Crioablazione, applicata per la prima volta in Italia per la cura del tumore al polmone su 5 pazienti sardi dall'equipe dell'ospedale cagliaritano (leggi l'articolo su aslcagliari.it)


08.10.08

Al Businco: Il "freddo" contro il cancro ai polmoni

  Il tumore al polmone oggi può essere combattuto anche con l'utilizzo del "freddo". Una equipe di medici dell'ospedale oncologico Businco di Cagliari è la prima in Italia ad aver utilizzato per la cura di questa patologia una tecnica che sfrutta il congelamento per distruggere le masse tumorali.

(leggi l'articolo su L'Unione Sarda


08.10.08

Nuova cura per il tumore al polmone

 Ora il tumore del polmone si cura con il freddo. Per la prima volta la crioablazione è stata applicata con successo nella cura delle neoplasie polmonari. la uova tecnica, sperimentata all'ospedale oncologico di Cagliari su cinqie pazienti...(leggi l'articolo su raulken.it)


08.10.08

Tumore al polmone: a Cagliari si cura con il freddo

 Utilizzare il freddo per distruggere le masse tumorali, con un intervento poco invasivo che limita i danni ai tessuti anni. E' questo loscopo della crioablazione o crioterapia, utilizzata per la prima volta in Italia...  (leggi l'articolo su Yahoo! Italia)


08.10.08

Tumore del polmone: al Businco di Cagliari ora si cura con il freddo

 Per la prima volta la crioablazione è stata applicata con successo nella cura delle neoplsie polmonari. La nuova tecnica sarà presentata nei prossimi giorni a Strasburgo nel corso di un workshop internazionale... (http://www.salus.it/).   


12.11.07

Femoroplastica: nuova tecnica mini-invasiva all'Oncologico

 All'Oncologico di Cagliari eseguiti nove interventi di plastica ricostruttiva del femore con una nuova procedura mini-invasiva.

Si chiama femoroplastica ed è una procedura mini-invasiva di radiologia interventistica che consiste nella ricostruzione della testa e del collo del femore in pazienti affetti da tumore maligno con gravi alterazioni distruttive del femore giudicate non riparabili con intervento chirurgico convenzionale. La nuova tecnica è stata sperimentata con successo - per la prima volta in Italia e nel mondo - dagli specialisti del servizio di radiologia dell'ospedale Oncologico di Cagliari.

Negli ultimi dodici mesi, infatti, nel servizio di Radiologia diretto dal dottor Gabriele Podda, sono stati eseguiti, ad opera dell'equipe medica coordinata dal radiologo interventista Claudio Pusceddu, nove interventi di plastica ricostruttiva del femore con questa nuova tecnica. Gli interventi di ricostruzione della testa e del collo del femore, tutti perfettamente riusciti, riguardavano pazienti di sesso femminile, con metastasi da tumori della mammella, del rene e con localizzazioni di mieloma multiplo.

I vantaggi dell'uso di questa metodica sono evidenti, poichè si tratta di una procedura radiologica ben tollerata, eseguita in anestesia locale e leggera sedazione, con un tasso di complicanze molto basso e che evita l'intervento chirurgico classico spesso non fattibile in questi pazienti per le precarie condizioni cliniche. Dopo due ore dall'intervento, infatti, i pazienti sono già in grado di deambulare senza dolore e possono essere dimessi dopo 24/48 ore.
Questa nuova procedura, con l'utilizzo di sostanze osteoinducenti già presenti ed abitualmente utilizzate in altri distretti ossei, potrebbe avere importanti applicazioni future nel trattamento di pazienti con grave osteoporosi del femore ad alto rischio di frattura.

Leggi l'articolo su aslcagliari.it


Eventi

World Summit on Cancer Scienze and Therapy - Singapore

Il dottor Pusceddu è stato invitato alla conferenza mondiale WSCST in qualità di speaker per relazionare su Terapie Innovative nel ...

Note Legali | Tutela della privacy | Cookie policy | Contatti